A- A A+

L'altra metà della ricerca - Scienze in Rete

scienza in rete

Come si raggiunge l'equilibrio di genere nella scienza? Proviamo.! usare un paragone preso dal mondo della chimica. Il raggiungimento della parità tra uomo e donna nell'accademia può essere considerato il prodotto di una reazione che termina con il 50 per cento di donne in tutti i ruoli a tutti i livelli, da quello di studentessa fino a quello di rettore o direttore generale. Purtroppo le stime dicono che questa reazione, se continuerà alla velocità attuale, impiegherà un tempo lunghissimo per arrivare a compimento. Come accelerare questo processo? Continuiamo con la metafora chimica: la lentezza di una reazione può dipendere dall'esistenza di una barriera "energetica", che può essere abbassata tramite l'uso di "catalizzatori". Tra questi, uno decisamente efficace sarebbe l'introduzione delle quote rosa anche nell'accademia. Molti - io per prima - hanno delle perplessità rispetto a questo strumento, perche sembra implicare la rinuncia alla meritocra-
zia. E però dobbiamo considerare che la sovrani ppresentanza maschile è essa stessa una stortura che svilisce il merito, da tempo immemore. Un semplice esercizio di logica lo dimostra. Supponiamo di avere a disposizione un campione formato metà di donne e metà di uomini, che assumiamo egualmente intelligenti e capaci. Ora, se per ricoprire i ruoli apicali peschiamo sistematicamente con maggiore frequenza dall'insieme degli uomini, riduciamo la probabilità di impiegare eccellenze nelle posizioni apicali. Infatti, esaurite le eccellenze maschili, non attingendo a quelle femminili disponibili,cominceremo a pescare maschi non eccellenti e a piazzarli comunque al comando. In sostanza, dunque, le quote rosa sono una scelta necessaria e opportuna. Purtroppo le donne sono
ancora troppo poco rappresentate (in media) nelle stanze dei bottoni per far passare una decisione che avvantaggi il riequilibrio. E chiaro anche che le quote rosa sono uno strumento correttivo, che serve a gestire un processo transiente. e che dovrà essere abbandonato appena non sarà più necessario. I redeschi lo hanno capito da tempo, come dimostra per esempio il programma "Liesel Beekmann distinguished protessorship" che apre un certo numero di posizioni accademiche apicali solo alle donne. Brava Merkel!
Proviamo a proteggere l'ambizione

 

Read Article